All posts tagged: Pier Vittorio Tondelli

“SanPa”: un’analisi testuale del documentario

Durante il primo episodio della seconda stagione di Dear White People, Sam White si trova nel pieno di un dibattito sulla neutralità o meno della forma documentaristica. Per avvalorare la sua tesi, la vediamo a cercare online “Documentari che non sono propaganda”. La ricerca non dà nessun risultato.  La scena iperbolica svolge la duplice funzione di punchline comica (Dear White People, per chi non lo sapesse, è una comedy brillante, molto tagliente e ben scritta) e di gancio per il dialogo successivo, in cui Sam afferma che non è tanto l’obiettivo del documentario in sé a dover essere più o meno palese, quanto il nostro sguardo a doversi mantenere il più aperto possibile rispetto alla complessità della verità in senso ampio, che include anche le verità non dette.  Ecco, quello che dice Sam mi ritrovo a ripetermelo ogni volta che approccio un documentario, di qualunque tipo e argomento. Lo guardo mantenendo sempre un piede fuori dalla porta, per timore di essere trascinata dal meccanismo di “educazione veicolata”, di manipolazione, che si può innescare. Questo per …

Allora parliamone, della morte. #1 Pier Vittorio Tondelli

Parlo di letteratura, non di vita reale. Per me fino a ieri il dolore della morte era una scena di Camere separate di Pier Vittorio Tondelli. Camere separate è la storia di Leo e Thomas, che si amano, ma poi Thomas muore. La scena è di cinque pagine e mezzo e la parte centrale è: Decide di tornare a Milano. Qualche ora prima della partenza ha un presentimento. Un’immagine che lo infastidisce e lo disturba. Quella stessa mattina aveva gettato nella spazzatura un paio di vecchie Paraboot invernali, nere, che aveva comprato a Parigi. Lo aveva fatto semplicemente perché voleva sbarazzarsi di tutto il peso in soprappiù e quel paio di scarpe malandate erano state la prima cosa a saltare. Non ci aveva più pensato finché, mentre il portiere gli comunicava all’intercitofono che aveva un taxi pronto, facendo una rapida ricognizione all’appartamento per controllare la chiusura del gas, dell’acqua, delle finestre aveva sbirciato dabbasso, nel cortile interno e aveva visto il fattorino dell’impresa di pulizia riversare i sacchi di spazzatura in un grande contenitore. E …