Autore: Redazione

Non prenderla come una critica – Absolutely Nothing di Giorgio Vasta e Ramak Fazel

di Marco Terracciano Fuori dal testo Partiamo da un elemento paratestuale: la quarta di copertina di “Absolutely Nothing. Storie e sparizioni nei deserti americani” (Quodlibet Humboldt 2016) concorre a definire il senso del libro, orienta la lettura e testimonia un primo grado di comprensione del messaggio narrativo da parte di un presupposto lettore ideale. “Ritratto dell’America, ragionamento sul suo mito e omaggio alle sue narrazioni, Absolutely Nothing traccia un itinerario che collega scrittura documentaristica e fiction, riflessione e autobiografia, per provare a comprendere cosa accade ai luoghi – e alle nostre esistenze – quando le persone che li hanno abitati (che ci hanno abitati) se ne vanno via.” Ora isoliamo l’espressione «per provare a comprendere» e teniamola da parte: ci servirà per dopo. Il libro è il resoconto di un viaggio attraverso i luoghi abbandonati dei deserti americani – le ghost town –, è ‘raccontato’ con due diversi linguaggi e suddiviso in altrettante macrosezioni: quella narrativa, Absolutely Nothing, scritta da Giorgio Vasta e quella fotografica, Corneal Abrasion, fotografata da Ramak Fazel. La sezione fotografica integra …

Non prenderla come una critica – Francesco Permunian, Costellazioni del crepuscolo

di Marco Malvestio Costellazioni del crepuscolo di Francesco Permunian (Milano: il Saggiatore, 2017) è la riedizione di due libri, Cronaca di un servo felice (1999) e Camminando nell’aria della sera (2001). L’iniziativa del Saggiatore, che si conferma una casa editrice molto attenta nel selezionare un catalogo coerente nel gusto e nello spirito, è lodevole, e si accompagna alla bellezza del volume fisico, che mostra in copertina la potente e desolante fotografia di Giorgio Barrera. I due testi contenuti nel volume sono romanzi solo in senso lato (e il primo molto più del secondo), risultando piuttosto collezioni di appunti, di divagazioni, di personaggi e storie fluttuanti, tutti filtrati attraverso lo sguardo di un narratore cinico e a tratti morboso – il servo Ermete nel primo libro, il medico nel secondo. Cronaca di un servo felice racconta, attraverso la voce di Ermete, la girandola di figure grottesche (preti bigotti e arrivisti, servi irrispettosi, intellettuali in disarmo) che ruota intorno alla ancora più grottesca Contessa Pallavicini, una decrepita erotomane che parla coi fantasmi degli amanti e della nipote …

Chi siamo

Noi di lavoro leggiamo. E poi, a seconda dei casi: aiutiamo gli autori a far venire fuori la loro storia, editiamo, correggiamo, indichiamo loro come promuoversi e come promuovere il proprio romanzo, lo presentiamo alle case editrici adatte. Ancora: critichiamo, saggiamo, scoviamo autori nei loro nascondigli, organizziamo corsi e workshop. L’editoria è il mondo in cui siamo immersi per cui qui non c’è solo il nostro lavoro, ma anche quello che vediamo fare agli altri (che ci piace oppure no), quello di cui discutiamo (che ci piace oppure no), che studiamo e che insegniamo. Trattiamo ogni venatura del mestiere con curiosità e passione, e condividiamo la sapienza. Soprattutto: la rendiamo trasparente. Crediamo che lavorare alla scrittura e ai libri non sia affare magico né enigmatico, non debba essere nascosto (non ce ne vergogniamo, non abbiamo paura di esser visti) né idolatrato (è un lavoro creativo: niente di più e niente di meno), ma una cosa importante che va fatta con cura e per bene. Se scrivi e hai bisogno di noi, se lavori in editoria, …

Cosa facciamo

COSA FA FRANCESCA (francescadelena@gmail.com) CONSULENZA: hai scritto una storia, oppure no, ancora non l’hai scritta, ma ti frullano in testa diverse idee, e soprattutto una che non ti molla più. Vuoi parlarne, confrontarti, capire che obiettivi puoi porti, quanto interesse può suscitare la tua idea. Inviami qualche pagina e prendi appuntamento con me su skype: ti ascolto, ti dico e ti indirizzo. MAIEUTICA: hai scritto una storia, non sai se va bene e per cosa. Io la leggo, l’analizzo e la valuto, poi ne parlo con te. Se c’è da indagare dell’altro, se c’è da spostare l’obiettivo, se c’è da rimontare, approfondire, definire, se c’è da selezionare e tagliare: ti aiuto a tirare fuori il meglio da quello che hai, a centrare il nucleo e ad approfondire tutto il resto. LETTURA CON APPUNTI: hai scritto una storia e vuoi sapere che valore ha, dove funziona e dove no, e perché. Io la leggo e mentre la leggo ti scrivo ai margini tutte le mie impressioni, sia sulle singole parti di testo che sulla struttura generale, …